Cristina Del Basso lascia il Grande Fratello: addio alle sue sexy docce

Pubblicato il 12 Marzo 2012 12:19 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2012 12:27

ROMA – Prorompente, tenera e buffa, Cristina è rimasta la ragazza che il pubblico aveva conosciuto durante la nona edizione di Grande Fratello. Unica donna ad entrare con gli ‘invasori’, insieme a Patrick e Ferdinando, ‘Atomik Titten’ ha subito raccolto il favore degli inquilini della Casa, e non solo degli uomini. Oltre le forme messe in mostra grazie alle sue sexy docce che la resero famosa anche nell’altra edizione, infatti, Cristina ha saputo esprimere, fin dal suo ingresso, la sua sensibilità e la sua ironia, spesso aiutando i concorrenti nei loro momenti peggiori con suggerimenti su come sopravvivere alla vita nella Casa.

Tuttavia, appena entrata, aveva dichiarato a chiare lettere di non essere più una ragazza egocentrica e sempre alla ricerca dell’approvazione degli altri, ma di sentirsi una donna nuova, più matura e sicura di sé: “Ero una ragazzina quando ho partecipato la prima volta a Gf. Avevo 21 anni ed ero limitata, sono cambiata. Ho viaggiato tanto ed ho avuto esperienze importanti, belle e brutte”.

Ha trascorso molto tempo con Sabrina, dispensando consigli e indicazioni sulla sua storia d’amore con Vito e cercando di consolarla, accogliendola quando tutta la Casa era contro di lei. Ed ancora le lunghe chiacchierate con Armando, con cui Cristina si è spesso intrattenuta e confrontata, suscitando persino dubbi e ilarità tra i coinquilini. Tuttavia la vera passione di Cristina è stata Patrick: con lui tante risate, molta intesa e una certa affinità, emersa giorno dopo giorno. Intesa che è arrivata persino a far suscitare una piccola gelosia nei confronti del ragazzo: Cristina, infatti, ha mostrato in più di un occasione, un certo fastidio nei confronti di Martina, spesso vicina a Patrick e, per questo, definita “appiccicosa”. Purtroppo proprio la sfida contro Patrick, ma anche contro la sua amica Sabrina e Franco, ha decretato la sua uscita definitiva dal gioco, con gran ‘cordoglio’ di chi apprezzava le sue famose docce e i suoi ancor più famosi monologhi.