De Falco: dal “vada a bordo cazzo”, all’addio al mare. Trasferito in ufficio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 settembre 2014 1:35 | Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2014 1:37
De Falco: dal "vada a bordo cazzo", all'addio al mare. Trasferito in ufficio

Gregorio De Falco (Foto Ansa)

LIVORNO – Gregorio De Falco, il capitano di fregata divenuto famoso per la telefonata con il comandante della Costa Concordia Francesco Schettino in cui gli disse “vada a bordo cazzo”, viene trasferito in altri uffici, sempre della Direzione marittima di Livorno. Il parlamentare Pd Federico Gelli ha annunciato un’interrogazione al ministro dei Trasporti Maurizio Lupi per sapere la ragione di questa scelta.

De Falco ai tempi del naufragio della Costa Concordia era a capo della sezione operativa e dallo scorso anno aveva assunto l’incarico di caposervizio operazioni della Direzione Marittima di Livorno, passato agli onori della cronaca per la famosa frase con cui aveva detto al comandante della Costa Concordia Schettino di ritornare a bordo: “Vada a bordo cazzo”.

De Falco dice di essere amareggiato per questa decisione:

“Proprio stamani (mercoledì) ho avuto notizia dal comandante Faraone che lascio il servizio operazioni e vengo destinato ad un ufficio di carattere amministrativo. Sono abbastanza amareggiato, perchè da dieci anni la mia ragione professionale è l’operativa, ma sono un militare”.