Violenza sessuale. Nelle Marche la percentuale più alta di stupri

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 giugno 2010 18:25 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2015 13:56
Violenza sessuale. Nelle Marche la percentuale più alta di stupri

Violenza sessuale. Nelle Marche la percentuale più alta di stupri

Si è tenuta oggi nella sede della Regione Marche la conferenza conclusiva del progetto Dim ‘Donne in movimento’, finanziato dal Dipartimento per le pari opportunità della presidenza del Consiglio dei ministri, che ha permesso di rafforzare le azioni di prevenzione e contrasto della violenza di genere.

Il problema vede le Marche non più isola felice: “Ben il 34,4% è la percentuale di donne che hanno subito violenza sul nostro territorio, contro il 31% nazionale – ha ricordato l’assessore Serenella Moroder – e preoccupa il fatto che i casi per lo più vengono segnalati in famiglia, dunque più difficili da denunciare e da risolvere”.

Il procuratore della Repubblica di Ancona, Elisabetta Melotti, sulla base dei fascicoli relativi ai maltrattamenti dal 2007 al 2009 ha testimoniato di quanto essi siano aumentati: da gennaio ad oggi nelle Marche se ne sono registrati 49.

Grazie a Donne in Movimento, oltre all’attivazione del numero nazionale antiviolenza 1522, sono stati avviati ben quattro protocolli d’intesa contro la violenza di genere, che hanno permesso ai soggetti coinvolti di interagire e successivamente ufficializzare le procedure. E’ stato inoltre possibile creare delle schede di raccolta dati per poter tracciare il profilo del fenomeno.