Dino Maglio, pm: “Erotomane malato. Stuprò ragazze ospitate con couchsurfing”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Marzo 2015 17:01 | Ultimo aggiornamento: 18 Marzo 2015 17:13
Dino Maglio, pm: "Erotomane malato. Stuprò ragazze ospitate con couchsurfing"

Dino Maglio

PADOVA – Dino Maglio, il carabiniere accusato di aver violentato le turiste straniere che ospitava con il “couchsurfiung”, è un “erotomane malato, uno straordinario sessuomane impegnato nella spasmodica raccolta di immagini dal contenuto raccapricciante, anche autoprodotte, e sempre con finalità di natura sessuale”: è quanto scrive Luca Ingegneri sul Gazzettino riportando le parole del pubblico ministero Giorgio Falcone.

A far “perdere la testa” a Maglio, riferisce Ingegneri, sarebbe stato il bacio sulla mano di una turista australiana di 16 anni che lui ospitava nel marzo di un anno fa insieme alla madre e al fratellino.

“Tutti i suoi freni inibitori si sarebbero dissolti in un attimo. E la poveretta sarebbe stata trattata alla stessa stregua di una bambola di pezza.

Il pubblico ministero ha confermato che ci sono altri due fascicoli a carico di Maglio, come spiega sempre Ingegneri

“Nel primo figurano come vittime tre ragazze originarie della Repubblica Ceca, nel secondo altre sei giovanissime provenienti da Polonia, Australia e Canada. Sono state tutte individuate ed identificate grazie anche all’attività dei giornalisti dell’Irpi, l’Investigative Reporting Project Italy”.

Maglio rischia fino a sette anni di carcere. Jennifer Billock , l’amministratore delegato di couchsurfing.com (il sito che offre scambi di alloggi in tutto il mondo usato da Maglio) ha detto:

“Ammiriamo il coraggio dimostrato dalle donne che hanno scelto di denunciare pubblicamente la loro vicenda nell’interesse della giustizia. Oggi i nostri pensieri sono con tutte loro. Nel corso delle indagini abbiamo collaborato e continueremo a collaborare con le autorità giudiziarie”.