Disfunzione erettile: sei mosse da fare

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Settembre 2015 15:34 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2015 15:35
Disfunzione erettile: sei mosse da fare

Disfunzione erettile: sei mosse da fare

ROMA – Disfunzione erettile: problema spinoso per molti uomini che, magari per imbarazzo, preferiscono non parlarne con un medico. Ecco invece sei mosse da fare se ritenete di soffrire di questo problema.

Andare dal medico. Sì, può sembrare scontato ma è davvero la prima cosa da fare in caso di problemi. Superando il fisiologico imbarazzo: la disfunzione erettile colpisce 100 milioni di uomini al mondo ma nella maggior parte dei casi è solo un problema occasionale.

Identificate la causa. Lo sapevate che la disfunzione può essere causata da una cattiva circolazione o addirittura dal diabete? Anche in questo caso, meglio andare dal medico per avere la cura giusta.

Stile di vita sano. Un fumatore o un obeso rischiano il doppio di soffrire di disfunzione.

A volte serve lo psicologo. Non disdegnate la consulenza di uno psicologo: la disfunzione può essere legata anche a depressione, ansia da prestazione o conflitti con il partner.

I farmaci giusti. In alcuni casi basta un farmaco per innalzare il livello di testosterone se il problema è di origine ormonale. Tenete presente che alcune categorie di farmaci, come gli antidepressivi, possono causare la disfunzione. Il medico potrà quindi adottare degli accorgimenti per evitare questo problema.

Rimanete in contatto con il medico. La terapia giusta potrebbe arrivare infatti dopo due o tre tentativi, sempre meglio quindi tenere informato il proprio medico.