Emilio Fede accusato di diffamazione per foto hot e ricatti a vertici Mediaset

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 febbraio 2015 15:02 | Ultimo aggiornamento: 17 febbraio 2015 15:03
Emilio Fede accusato di diffamazione per foto hot e ricatti a vertici Mediaset

Emilio Fede accusato di diffamazione per foto hot e ricatti a vertici Mediaset

ROMA – Emilio Fede è stato interrogato per 3 ore per l’inchiesta su foto hot e ricatti nei confronti di vertici di Mediaset per cui è accusato di diffamazione insieme ad altre persone. I ricatti, secondo le accuse, sarebbero iniziati con il licenziamento di Fede dal Tg4 e riguardano dei fotomontaggi in cui Mauro Crippa, capo dell’informazione di Mediaset, viene ritratto con transessuali.

Il Messaggero spiega che secondo le accuse le foto sarebbero state messe in circolazione da Fede il 28 marzo 2010, giorno del suo licenziamento da Mediaset, e mostrate al capo dell’ufficio legale Pasquale Straziota che si era presentato con la lettera di licenziamento:

“Fede è arrivato al quarto piano del Palazzo di Giustizia milanese accompagnato da un avvocato dello studio di Maurizio Paniz, ex parlamentare del Pdl. Sia Fede che il suo legale hanno chiarito che è stato il pm a disporre la convocazione per l’interrogatorio, ma anche che l’ex direttore del Tg4 si è reso disponibile a fornire tutti i chiarimenti utili alle indagini. Fede, quando si era saputo dell’inchiesta a suo carico lo scorso ottobre, aveva spiegato di aver avuto in mano solo una foto ‘compromettentè e di aver cercato di recapitarla al diretto interessato, cioè al capo dell’informazione Mediaset Crippa, e poi, non essendoci riuscito, di averla consegnata «ad un autorevole personaggio del gruppo».

E aveva negato qualsiasi ricatto nei confronti di Mediaset. Le immagini al centro dell’inchiesta sono state sequestrate a casa dell’ex personal trainer di Fede, Gaetano Ferri, ex pugile già nei guai con la giustizia e finito alla ribalta delle cronache per una registrazione di confidenze carpite all’ex direttore del TG4 su presunti rapporti tra Silvio Berlusconi, Marcello Dell’Utri e la mafia. Ferri, tra l’altro, è indagato a Milano per tentata estorsione perchè avrebbe chiesto del denaro al giornalista in cambio del suo silenzio su altre vicende scottanti di cui sosteneva avere le prove.

Durante una perquisizione a casa sua, infatti, sono state trovate altre registrazioni in cui si parla del caso Ruby, oltre a quelle fotografie al centro dell’indagine. Sentito dagli investigatori, l’ex pugile ha spiegato di aver ricevuto quelle foto da Fede”.