photogallery

Erri De Luca vince premio per peggior scena di sesso in un romanzo

Erri De Luca vince premio per peggior scena di sesso in un romanzo

Erri De Luca vince premio per peggior scena di sesso in un romanzo

LONDRA – Il “Bad Sex in Fiction Award” va a Erri De Luca: glielo ha assegnato la prestigiosa Literary Review di Londra che ogni anno sceglie l’autore malcapitato cui assegnare il titolo per la peggiore scena di se$so in un romanzo. Un riconoscimento non particolarmente ambito, che De Luca ha incassato con inusitato entusiasmo: “Sono lusingato, è pubblicità inaspettata”.

Lo scrittore, tradotto in tutto il mondo e particolarmente noto in Italia per la sua militanza No Tav, non si è però presentato alla consegna del premio. La vittoria è stata annunciata mercoledì 30 novembre, nel corso di un evento organizzato al Club In and Out di Londra. Il premio è stato ritirato dal suo editor.

La scena “incriminata” è tratta dal romanzo Il giorno prima della felicità (in inglese The Day Before Happiness, Penguin). Il rapporto ses$suale è descritto in prima persona, l’effetto è meccanico. Questo il brano:

“Il sesso era un legno incollato al suo ventre. Allentò la spinta del bacio, si staccò, con uno scarto di fianco mi rigirò e fui sopra di lei. Sciolse le braccia dalle mie spalle, mi guidò le mani sopra i seni. Allargò le gambe, tirò su il vestito e tenendomi i fianchi sollevati spinse il mio sesso contro l’apertura del suo. Ero una cosa sua che lei muoveva. I sessi pronti, fermi nell’attesa, si appoggiavano appena, ballerini tesi sulle punte. Restammo così, Anna guardava giù verso di loro. Premette sui miei fianchi, un ordine che mi spingeva dentro. Entrai.”

“Non solo il sesso, io entrai dentro di lei, nelle sue viscere, nel suo buio a occhi spalancati senza vedere niente. Tutto il corpo era sceso nel sesso. Entrai con la sua spinta e restai fermo. Mentre mi abituavo alla quiete, al battito del sangue tra le orecchie e il naso, mi spinse un poco fuori e poi di nuovo dentro. Lo fece e lo rifece, mi teneva con forza e mi spostava a ritmo di risacca. Agitò i seni sotto le mie mani, aumentò le spinte. Entravo fino all’inguine e uscivo quasi tutto, il mio corpo era un suo ingranaggio. Non respirava, i suoi occhi aperti vedevano lontano”.

Tra i finalisti in lizza per il premio c’era anche un passaggio del libro The Butcher’s Hook di Janet Ellis, nel quale il ses$o viene paragonato all’atto di stendere i panni. I giurati hanno preferito quello di De Luca.

 

To Top