Roma. Eur a Luci Rosse, la nuova proposta: “Sedici strade off limits”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2015 12:50 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2015 12:50
Eur a Luci Rosse, la nuova proposta: "Sedici strade off limits"

Eur a Luci Rosse, la nuova proposta: “Sedici strade off limits”Ro

ROMA – Prostituzione all’Eur, il presidente del Municipio Andrea Santoro ci riprova. Stavolta però, lo fa “al contrario” rispetto al tentativo di istituire una zona a luci rosse nel quartiere, ipotesi naufragata per la dura opposizione del prefetto Giovanni Pecoraro. Questa volta, invece, il presidente del Municipio ragiona al contrario: pensa a istituire zone dove la prostituzione sarà contrastata a suon di multe. Il rovescio della medaglia c’è, anche se non dichiarato: in tutte le altre zone il fenomeno prostituzione sarà di fatto tollerato.

Scrive per il Messaggero Simone Canettieri

Le linee guida del provvedimento sono già pronte: per contrastare il fenomeno della prostituzione all’Eur questa volta il mini sindaco Andrea Santoro ha in mente uno zoning al contrario. Indicare cioè i luoghi nei quali sarà vietato «il meretricio», come lo chiama il prefetto Franco Gabrielli che ieri ha fatto tappa nel IX municipio e ha appoggiato l’iniziativa. Sparirà la compravendita dei corpi dai centri abitati, da sotto i palazzi. Per i clienti che trasgrediranno multe fino a 500 euro.

Lo scorso febbraio accadde il contrario: Santoro propose, con l’appoggio incondizionato del sindaco Marino, lo zoning all’Eur. Un quadrilatero del sesso, monitorato dagli operatori e dalle forze dell’ordine, dove tollerare la prostituzione. La prima reazione arrivò puntuale dall’allora prefetto Giuseppe Pecoraro: «Non se ne parla, sarebbe un reato, serve una nuova legge per superare la Merlin».

Se dovesse passare la nuova idea di Santoro la mappa della prostituzione all’Eur cambierebbe sensibilmente:

Saranno così liberate sedici vie. Quella più importante e simbolica è viale Tupini, presa d’assalto giorno e notte da ragazze dell’Est, nigeriane e viados. Il nuovo zoning comprenderà anche viale Europa, viale America, viale dei Primati Sportivi, piazzale Francesco Parri e piazza Gandhi. «Sono i luoghi più problematici – racconta Santoro – e ormai fuori controllo dove i residenti attendono risposte da troppo tempo».