“Fai sesso con me o dico che sniffi cocaina”: viene portato in tribunale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2014 0:20 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2014 0:20
"Fai sesso con me o dico che sniffi cocaina": viene portato in tribunale

Foto di repertorio (Lapresse)

FABRIANO – Così un uomo di Roma avrebbe detto a una ragazza di Fabriano: “Fai sesso con me o dirò a tutti che sniffi cocaina”.

Un ricatto sessuale che ha portato alla sbarra l’uomo, che minacciava la ragazza, conosciuta all’Aquila dopo il terremoto (i due andarono a lavorare come volontari).

Spiega il Messaggero:

Oggi ad Ancona, durante il processo che lo vede accusato di violenza sessuale ed estorsione, l’imputato ha respinto le accuse raccontando la sua versione dei fatti: il rapporto sessuale sarebbe stato consenziente e la donna, qualche settimana fa, gli avrebbe anche richiesto l’amicizia su Facebook. Il denaro, secondo il trentanovenne, lo avrebbe anticipato lui per comprare la cocaina per entrambi e ne avrebbe chiesto solo la restituzione dopo la fine della relazione.

Un mese dopo i presunti abusi sessuali, risalenti all’8 agosto 2011, l’uomo finì in carcere per poi essere rimesso in libertà. La parte civile sostiene invece che durante il rapporto sessuale incriminato, il consenso della giovane venne meno e che poi l’ex fidanzato l’avrebbe ricattata. Il processo è slittato al 29 gennaio prossimo.