Filippo Magnini sconfitto: i delfini sono più veloci di lui

Pubblicato il 9 Settembre 2011 14:36 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2011 14:48

ROMA – Filippo Magnini, due volte campione del mondo nei 100 metri stile libero, ha trovato degli avversari più forti di lui: i delfini. L’atleta azzurro è stato sconfitto al parco acquatico Zoomarine di Tovaianica, alle porte di Roma.

Un confronto impari se si pensa che la velocita’ massima di questa specie di cetacei raggiunge circa 26 km/h, tre volte superiore a quella dell’uomo. A nulla e’ servito il percorso piu’ lungo dei rivali marini. ”E’ stato bellissimo, ma e’ meglio una sirena”, la battuta finale di Magnini.

Ha spiegato Magnini: “L’importante era lo spettacolo. Ho provato due giorni e ho creato un bel legame con gli istruttori e con tutti i cetacei, soprattutto con il delfino Lea. C’e’ qualcuno geloso? Se si e’ gelosi anche di un delfino cosa devo fare? Meglio loro o le sirene? Dipende dalla sirena…”. Inevitabile il riferimento a Federica Pellegrini.

”Stiamo uscendo assieme e ci piacciamo: siamo due ragazzi single che si stanno conoscendo, non abbiamo fatto nulla di male. Si e’ lasciata da Luca (Marin, ndr) da tempo. Non penso sia necessario un lungo stop prima di frequentarsi e poi lui non era mio amico. Lui dice che sto con lei per visibilita’? Se mi intervistate e’ perche’ sono due volte campione del mondo, non penso lo facciate per Federica”.