Film porno nel pc: ecco cosa si rischia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Settembre 2015 11:03 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2015 11:04
Film porno nel pc: ecco cosa si rischia

Film porno nel pc: ecco cosa si rischia

ROMA – Chi conserva nella memoria del computer contenuti porno, sia che si tratti di fotografie che di film, non risponde di alcun reato. La detenzione di materiale pornografico non è punita dal nostro ordinamento. Altrettanto il download di file porno non costituisce un illecito penale, salvo ovviamente la violazione degli eventuali diritti d’autore del proprietario del contenuto. Ma, qualora questi li abbia messi a libera disposizione della rete, l’utente è libero di scaricare, conservare, archiviare.

Diverso invece il caso di materiale pedopornografico. In questo caso, la semplice visione non rileva penalmente e non fa scattare il reato, ma l’acquisizione (quindi il download) e la disponibilità (attraverso il salvataggio nel computer), sia pure per un tempo limitato alla sola visione (quindi anche per pochi minuti), fa scattare la condanna.

Lo ha ricordato la Cassazione in una recente sentenza (leggi qui). L’illecito penale viene punito anche nel caso in cui la polizia rinvenga un solo file. Non conta, infatti, il numero di immagini o video a contenuto pedopornografico. L’unico modo per evitare la condanna, da parte dell’utente, è quello di dimostrare l’accidentalità del download. Si pensi al caso di chi utilizzi un software di condivisione “peer to peer” e, invogliato da un titolo di un noto film di animazione, scopra invece che lo stesso è un video hard con l’impiego illecito di minori, rinominato da chi lo aveva immesso in rete. In tal caso, non vi è responsabilità a condizione che il soggetto che si sia imbattuto nel contenuto illegale lo abbia immediatamente cancellato dal proprio hard disk.