Firenze, scandalo al Comune. Escort accusa funzionario: “Sesso violento”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Giugno 2013 11:55 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2013 11:55

escort firenzeFIRENZE – Nuove intercettazioni agli atti dell’inchiesta sul giro di prostituzione all’hotel Mediterraneo a Firenze. Dai nuovi documenti, riportati dal quotidiano La Nazione, sono emersi presunti incontri a luci rosse anche a Palazzo Vecchio tra una escort e un funzionario.

Nell’inchiesta sono finora 14 gli indagati, tra cui i titolari della struttura alberghiera di lungarno Colombo e un altro hotel, il Villa Fiesole. Molti i clienti autorevoli e ora spunta anche un’utenza comunale tra le chiamate.

Scrive La Nazione:

Lei è A., la 42enne rumena tanto ambita. Lui è un alto funzionario tutt’ora in servizio. Il rapporto, annotano gli investigatori, sarebbe stato “violento”.

Di questo incontro, interrotto dall’improvviso arrivo nella stanza della donna delle pulizie, riferisce alcuni dettagli la stessa A., parlando con un suo ex.

A.: …tutto che tremava, mi ha strappato le calze, siamo andati lì nella stanza dei… delle conferenze… (omissis)

Amico: Perché?

A.: E praticamente c’ha un altro bambino (ridono) (omissis) mentre mi ha (omissis) è entrata la donna delle pulizie (omissis). Ma questa qua è caduta tutta l’acqua per terra, (omissis), era tutto partito lì, dico guarda se sta arrivando l’ascensore, non c’è nessuno a quest’ora e questo scemo ha lasciato la porta lì aperta, capito?

Amico: eh

A.: E’ entrata la donna delle pulizie lì (omissis).

Dopo la pubblicazione delle intercettazioni il consigliere di Fratelli d’Italia, Francesco Torselli, ha presentato un’interrogazione al sindaco Matteo Renzi per sapere “a chi risulta assegnata l’utenza coinvolta nelle indagini e quali iniziative intenderà assumere l’amministrazione comunale per tutelarsi di fronte ad un’eventuale contestazione di reato”.