Fortuna Loffredo caduta da balcone, autopsia conferma violenza sessuale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Luglio 2014 18:47 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2014 18:47
Fortuna Loffredo caduta da balcone, autopsia conferma violenza sessuale

Fortuna Loffredo caduta da balcone, autopsia conferma violenza sessuale

NAPOLI – Segni di violenza sessuale sul corpicino di Fortuna Loffredo, la bimba di 6 anni morta lo scorso 24 giugno a Caivano, in provincia di Napoli, in circostanze ancora da definire. La bimba sarebbe morta dopo essere precipitata dal balcone di un’abitazione, ma l’autopsia svela che era stata vittima di abusi sessuali. I legali della famiglia Loffredo lo hanno dichiarato al quotidiano Il Mattino.

Dopo la tragedia si era parlato di una morte per caduta da un balcone del popolare quartiere Parco Verde di Caivano. Poi, però, le indagini sul fatto hanno cambiato il quadro della vicenda tanto da indurre la Procura di Napoli Nord ad aprire un fascicolo per omicidio e violenza sessuale, per il momento contro ignoti. Molti i punti da chiarire.

Nessuno ha visto cadere la bimba, a terra non c’era alcuna macchia di sangue e non è mai stata trovata una delle due scarpette indossate dalla piccola. Inoltre, proprio un anno fa, un altro bambino di 4 anni è morto nelle stesse oscure modalità, sempre nella stessa zona. Il 24 giugno scorso, giorno della sua morte, per un’altra tragica coincidenza, la bambina era andata a giocare proprio a casa della sorellina del bimbo morto.

Un aiuto decisivo alle indagini – coordinate dal procuratore Francesco Greco e dai sostituti Federico Bisceglia e Claudia Maone – dovrebbe arrivare mercoledì prossimo dal Ris di Roma che esaminerà gli indumenti della bambina ed il Dna che è stato prelevato. Questi accertamenti potrebbero aiutare, in assenza di testimoni, a scoprire chi abbia usato violenza contro la piccola.