FOTO Lecce, finestra fallica rimossa. Ma la città la vuole

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Novembre 2015 12:59 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2015 12:59

LECCE – Ai leccesi piace la finestra fallica. Non si può pensare diversamente, ora che il Comune ha chiesto ufficialmente alla Soprintendenza ai beni culturali se sia stato lecito sostituire quel “ghirigoro” storico nel palazzo di Via Palmieri 22. Una foto emblematica, visto che un tempo in quell’edificio c’era stata una casa di tolleranza. Ma la finestra a forma di pene è stata sostituita da una più “sobria” e la popolazione è letteralmente insorta, spingendo le autorità a indagare.

Spiega Antonio Della Rocca sul Corriere del Mezzogiorno: I tecnici hanno dovuto accertare la regolarità dei lavori eseguiti e chiedere lumi ai proprietari dell’edificio sul perché abbiano deciso di rimuovere l’infisso in ferro battuto dall’inequivocabile forma di fallo che in molti ritengono parte integrante del contesto storico cittadino. Un elemento decorativo che contrassegnava l’ex casa di piacere, oggi residenza privata, che l’attuale proprietà, forse imbarazzata, ha deciso di sostituire con un’anonima finestra.

Tanto è stato il rammarico che ne è seguito in città. Numerose, e anche autorevoli, si sono levate le voci stizzite. Paul Arthur, professore di Storia Medievale dell’Università del Salento, non ha dubbi: «È uno scempio vero e proprio». Mentre l’assessore municipale alle Politiche ambientali, Andrea Guido, tuona: «Tentativo inaccettabile di cancellare la storia della città. La grata fallica sia ripristinata». Alle parole è l’impegno di segnalare la cosa all’ufficio locale della Soprintendenza perché possa dare il suo apporto al ripristino dello stato dei luoghi.

FOTO Lecce, finestra fallica rimossa. Ma la città la vuole

FOTO Lecce, finestra fallica rimossa. Ma la città la vuole