“Fotografati nuda, mandami le foto o uccido i tuoi”. Ricattava minorenne, preso

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Aprile 2014 8:24 | Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2014 8:24

"Fotografati nuda, mandami le foto o uccido i tuoi". Ricattava minorenne, presoVAILATE (CREMONA) – Aveva minacciato di diffondere online le foto hard di lei. Peccato che lei avesse 16 anni e lui 24. Si erano conosciuti in chat su un social network.

L’amicizia virtuale tra un disoccupato di 24 anni di Vailate (Cremona) e una studentessa bergamasca sedicenne si è presto trasformata in un incubo, per la ragazzina, vittima di una spirale di ricatti, alla quale hanno posto fine i carabinieri che hanno denunciando l’amico di chat. Per l’uomo, l’accusa formalizzata dalla procura della Repubblica di Bergamo, è di estorsione.

”O ti fotografi nuda e mi mandi le immagini, oppure faccio del male ai tuoi” le aveva intimato. La ritorsione evocata nei confronti della famiglia – hanno spiegato i carabinieri – era riuscita a sortire l’effetto sperato: atterrire la destinataria. La studentessa ha inviato al misterioso interlocutore due foto seminuda. ”Ma a quel punto – ha ricostruito il capitano Antonio Savino, comandante dei carabinieri di Crema – anziché cessare, le richieste si sono fatte sempre più insistenti”.

Voleva dei soldi, altrimenti avrebbe messo le foto in rete. La ragazza ha dato tutti i suoi risparmi, 500 euro, e i pochi oggetti in oro posseduti, seguendo esattamente le indicazioni per la consegna. Il luogo prescelto era una cabina telefonica di Treviglio (Bergamo). Lì la giovane ha lasciato le banconote, un anellino ed un ciondolo.

Poi è arrivata la nuova pretesa di danaro. La ragazzina è riuscita a superare la vergogna e a confidarsi coi genitori. I familiari hanno dapprima cercato di rintracciare il ricattatore, poi si sono rivolti ai carabinieri di Vailate che hanno denunciato il disoccupato alla procura di Bergamo.