Gabriel Aranda, il tifoso del Racing che festeggia lo scudetto con il teschio del nonno in mano

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 2 aprile 2019 17:11 | Ultimo aggiornamento: 2 aprile 2019 17:12
Gabriel Aranda, il tifoso del Racing che festeggia lo scudetto con il teschio del nonno in mano

Gabriel Aranda, il tifoso del Racing che festeggia lo scudetto con il teschio del nonno in mano

AVELLANEDA – Il Racing Avellaneda, grazie al pareggio per 1-1 contro il Tigre, ha conquistato la matematica certezza di aver vinto lo scudetto. Si tratta del 18° scudetto per il Racing Club de Avellaneda, conosciuto come Racing Club oppure come Racing Avellaneda, società polisportiva con sede nella città di Avellaneda, nella provincia di Buenos Aires, in Argentina. Tra i tifosi che hanno festeggiato lo scudetto, ce n’è uno che ha rubato la scena a tutti, ecco perché. 

Gabriel Aranda festeggia lo scudetto del Racing con il teschio del nonno in mano.

Gabriel Aranda, tifoso del Racing Club de Avellaneda che non si è mai perso una partita della sua squadra del cuore, è stato filmato per le strade di Avellaneda con il teschio di suo nonno Valentin Aguilera in mano.

“L’ho tirato fuori dal loculo e l’ho tenuto in mano per tutta la durata dell’incontro del Racing contro il Tigre, decisivo ai fini dello scudetto – ha spiegato il sostenitore de L’Academia ai microfoni di TNT Sports -. Fa parte della cabala del club. Sono un tifoso molto superstizioso ed ero convinto che dovevo farlo per aiutare la mia squadra a vincere il campionato. Cosa avrebbe detto mio nonno? Anche lui era un tifoso sfegatato del Racing Club de Avellaneda. Sarebbe orgoglioso di questo gesto che ho fatto”.