Guerrina Piscaglia, prostituta riconosce padre Graziano: “Mi minacciò”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Maggio 2015 13:03 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2015 13:04
Guerrina Piscaglia, prostituta riconosce padre Graziano: "Mi minacciò"

Guerrina Piscaglia, prostituta riconosce padre Graziano: “Mi minacciò”

AREZZO – Una prostituta avrebbe riconosciuto padre Graziano. L’uomo, sacerdote congolese, è accusato dell’omicidio di Guerrina Piscaglia. A parlare della novità la trasmissione Chi l’ha visto?. Ad aggravare la situazione di Padre Graziano è una prostituto di Perugia: agli inquirenti avrebbe detto che il sacerdote si era presentato come un rappresentante e l’avrebbe anche minacciata.

Un dettaglio che potrebbe aggravare la posizione del prete che, secondo l’accusa, avrebbe ucciso la Piscaglia per paura che la loro relazione venisse allo scoperto. Dalla trasmissione si Rai Tre è emerso un altro dettaglio. Nel diario di padre Graziano è stato trovato un biglietto con un’annotazione: “Il telefonino è caduto nell’acqua come il libro delle preghiere… Guerrina non c’è più”.