Isis: donna decapitata perché spia. Testa inviata come regalo di nozze

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 luglio 2015 10:59 | Ultimo aggiornamento: 28 luglio 2015 10:59
Isis: donna decapitata perché spia. Testa inviata come regalo di nozze

Isis: donna decapitata perché spia. Testa inviata come regalo di nozze (foto di repertorio)

DAMASCO – Ennesimo orrore di Isis: una donna è stata decapitata e la sua testa è stata offerta come dono di nozze. La sua colpa? Era accusata di spionaggio. A ordinare la decapitazione è stato il califfo Abu Bakr al-Baghdad. La storia è stata raccontata al Daily Mail da una donna che è riuscita a sfuggire ai miliziani fondamentalisti in Siria.

Il sito Caffeina ha tradotto quello che si scrive sui siti stranieri: Da quello che si apprende la sposa aveva richiesto la testa di un uomo ma il califfo, in base alla stretta segregazione tra i sessi disposta dalla Sharia, le ha offerto la testa di una donna accusata di spionaggio. Il macabro dono di nozze è stato raccontato da una donna fuggita dai ranghi dell’Hisbah, la spietata polizia religiosa che vigila sugli oltre ottomila sudditi dello Stato islamico applicando la legge islamica con un rigore medievale.