Isis, giovani reclute sodomizzate e filmate per essere ricattate VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2014 13:34 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2014 13:42
Isis, giovani reclute sodomizzate e filmate per essere ricattate VIDEO

Isis, giovani reclute sodomizzate e filmate per essere ricattate

BAGDAD – Non solo donne stuprate o vendute come schiave sessuali, ma anche uomini sodomizzati in una sorta di finto rituale di matrimonio, tutto ripreso dalle telecamere, in modo da poter utilizzare quei video per ricattare le vittime: sono queste alcune delle armi di cui si serve l‘Isis, il sedicente “Stato Islamico in Iraq e Siria”. Le ultime rivelazioni sono fatte da un ex terrorista in un filmato diffuso su internet e ripreso dal sito di Walid Shoebat, americano di origini palestinesi convertitosi al Cristianesimo dall’Islam e spesso invitato come esperto di terrorismo in trasmissioni delle televisioni americane.

Nel filmato si vede un prigioniero interrogato dall’esercito iracheno che confessa di essere stato violentato da un certo “principe Abu Ala” insieme ad altri undici giovani.  Una violenza avvenuta però in quello che veniva presentato come una specie di matrimonio poligamo musulmano, permesso grazie ad una fatwa lanciata dallo stesso Abu Ala.

Walid Shoebat cita un documentario trasmesso il 27 agosto scorso dall’emittente curda Sterk Tv, in cui si affermava che i leader dell’Isis sodomizzano altri uomini in cerimonie simili a matrimoni, ripresi da videocamere. Un altro servizio dell’agenzia di stampa Aina (Assyrian International News Agency) ha riferito di racconti di violenze sessuali come arma di ricatto nei confronti delle giovani reclute dell’Isis.