John Wayne Bobbitt, pene tagliato dalla moglie Lorena. Il caso 20 anni fa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Giugno 2013 13:49 | Ultimo aggiornamento: 24 Giugno 2013 13:49
john wayne bobbitt

John Wayne Bobbitt (LaPresse)

ROMA – E’ il 23 giugno del 1993 quando Lorena è costretta a subire l’ennesima violenza dal proprio uomo.  Pochi attimi dopo l’apparente idillio coniugale sfocia nella pazzia sfrenata.

Nel cuore della notte Lorena approfitta del sonno profondo nel quale è caduto il marito, John Wayne Bobbitt, prende un coltello da cucina, abbassa gli slip, e taglia il pene. In preda al delirio e con l’arnese del marito in mano, Lorena si allontana dalla casa in automobile, scaraventando il pezzo di “carne” per strada.

Saranno i soccorritori a recuperare il pene dell’uomo tra l’erba (accuratamente riattaccato) e poco lontano una Lorena in pieno delirio psichico. Tutti i giornali le daranno un’ampia visibilità e una popolarità senza fine, ottenendo involontariamente una schiera di mogli fans che ancora oggi condividono a pieno il gesto dell’ecuadorena.

Nel 1994 ha luogo il processo che vede Lorena Bobbitt accusata del malizioso taglio, ma che non viene ritenuta colpevole dalla giuria, causa momentanea incapacità di intendere e di volere. Dovrà comunque scontare una pena di 45 giorni in un ospedale psichiatrico. Nel 1995, dopo 6 anni di matrimonio, Lorena Bobbitt divorzia dal marito.

Dopo l’incidente John Wayne Bobbit gioca sul paradosso e diviene un attore porno di film che hanno un discreto successo (Frankenpenis , John Wayne Bobbitt … Uncut).

John Wayne Bobbitt, 46 anni, racconta al The Sun come la sua vita sessuale, da quel giorno, è cambiata in positivo: “Ho avuto 70 partner dopo quell’incidente anche se all’inizio i dottori mi dicevano che non avrei più potuto fare sesso. Essere l’uomo dal pene mozzato ha avuto i suoi vantaggi…”.