Usa, prova a rivendere un raro quadro che raffigura “il vero volto di Cristo”: arrestata

Pubblicato il 4 Agosto 2011 16:01 | Ultimo aggiornamento: 4 Agosto 2011 16:01

MADISONVILLE (TENNESSEE, STATI UNITI) – Un uomo di 73 anni conosciuto come “Frosty” (il “gelido”), nel suo ripostiglio della casa di Madisonville nel Tennessee aveva un ritratto prezioso di Gesù Cristo scomparso da 150 anni. Una donna lo ha rubato ed ha provato a rivenderlo ad una chiesa che si è insospettita ed ha fatto arrestare la donna.

Il dipinto sarebbe stato realizzato due secoli fa ispirandosi al “velo della Veronica”, il panno che secondo la leggenda tamponò la parte destra della faccia di Gesù prima della sua crocifissione.

Secondo quanto si racconta il quadro raffigurerebbe un’immagine reale del volto di Gesù Cristo. Il dipinto è emerso a causa di una donna, Kelly Ghormley, che ha rubato il quadro da casa di “Frosty” ed ha provato a rivenderlo alla vicina “Saint Joseph the Worker Church”.

La chiesa ha immediatamente riconosciuto il quadro e compreso che si trattava di un’opera di una certa importanza. Sembra infatti che la pittura sia stata benedetta da Leone XIII, Papa dal 1878-1903.

La chiesa ha così allertato la polizia che ha fatto arrestare Kelly Ghormley.