Kelvin “Kelly” Hewitt, morto evirato e asfissiato per gioco autoerotico

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Giugno 2015 19:25 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2015 19:26
Kelvin "Kelly" Hewitt, morto evirato e asfissiato per gioco autoerotico

Kelvin “Kelly” Hewitt, morto evirato e asfissiato per gioco autoerotico

LONDRA – In un primo momento si pensava fosse stato evirato da un marito geloso, poi gli ultimi esami hanno ribaltato tutto: morto per un gioco autoerotico, si è legato una corda intorno al collo e intorno al pene, poi ha tirato talmente forte che il pene ha ceduto. E’ la drammatica storia di Kelvin “Kelly” Hewitt, 40 anni, di Middlesbrough.

Il corpo, senza vita e completamente ricoperto di vernice blu, era stato ritrovato un anno fa. Poi le indagini e la macabra scoperta. La polizia, come riporta Metro, in un primo momento aveva arrestato un uomo, ritenuto responsabile di omicidio e si era avanzata l’ipotesi del delitto passionale per gelosia, ma in realtà non è stato così e l’uomo è stato in seguito rilasciato. La vittima lascia 6 figli.