Kenya, violentano donna su bus perché ha la minigonna. Rischiano pena di morte

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Dicembre 2014 16:32 | Ultimo aggiornamento: 11 Dicembre 2014 16:32
Kenya, violentano donna su bus perché ha la minigonna. Rischiano pena di morte

Kenya, violentano donna su bus perché ha la minigonna. Rischiano pena di morte

NAIROBI – Lo scorso 19 settembre avevano spogliato e violentato una donna, accusandola di essere vestita in modo troppo provocante. I due uomini, il guidatore di un autobus e un suo collega, avevano prima rapinato la donna e poi l’avevano stuprata. Adesso sono stati accusati di violenza sessuale e rapina dal tribunale di Nairobi e rischiano la pena di morte. 

Era sera tardi quando il conducente del bus, in uno dei sobborghi della capitale keniota, aveva visto la donna a bordo del suo mezzo. L’aveva vista con indosso una minigonna e aveva pensato che doveva essere una “facile”.

Erano scattate le violenze, che avrebbero poi fatto esplodere le protese di migliaia di donne all’insegna del motto #MyDressMyChoice, come dire, “mi vesto come voglio”.

Il Kenya, del resto, è un Paese estremamente conservatore, dove spesso i diritti delle donne vengono violati.

Solo in questo autunno sono stati diverse le aggressioni a donne colpevoli di andare in giro in minogonna.