Le Iene, Venerabilis chat per preti gay: “Non siamo dei santi…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Marzo 2015 12:31 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2015 12:31

ROMA – Venerabilis è una chat per preti gay. Si può chattare in maniera anonima per confrontarsi tra figure religiose omosessuali. Il servizio (QUI IL VIDEO) di Andrea Agresti de Le Iene, si mostra come in questa chat si scambiano informazioni come “Sei attivo o passivo?” oppure ” Più che in Chiesa mi eccita la sacrestia…”.

Un complice de Le Iene fissa un appuntamento con un prete gay di Milano, 45enne, che si lascia andare a confessioni personali, rivelando di aver già avuto esperienze intime, in passato, con altri uomini. “Ti dico la verità – racconta il sacerdote – ho voluto incontrarti perché avevo bisogno di qualcuno con cui parlare, mi fa tanto riflettere la cosa perché io tante volte mi sento un po’ così. L’altra sera sono stato in un luogo dove si possono fare incontri facili, sono stato in un parcheggio e sono stato con un uomo che mi metteva le mani nei pantaloni, mi toccava… La fede in un certo senso ti aiuta, però la convivenza con questo stato d’animo è difficile. Non si può sempre dare, bisogna anche ricevere… Non siamo dei supereroi, non siamo dei santi, alcune cose bisogna che le facciano solo i Santi”.

Agresti poi si è recato da don Mario, un sacerdote omosessuale scomunicato dalla Chiesa Cattolica per le sue posizioni sull’omosessualità, che ha deciso di uscire allo scoperto. “Ho scoperto di voler diventare prete in quarta elementare. Ho scoperto di essere omosessuale a 8 anni… Per la Chiesa Cattolica l’omosessualità è contro natura, per me è invece la cosa più naturale del mondo ho scoperto Dio nel fare sesso. Ho vissuto del grande amore. Io ho avuto diverse relazioni e ho scoperto Dio nel fare sesso”.