La Lega protesta contro Monti in Senato e tira fuori i cartelli: “Vergogna”

Pubblicato il 14 Dicembre 2011 12:57 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2011 12:58

ROMA – Bagarre in aula al Senato durante le comunicazioni del premier Mario Monti sul Cansiglio Ue. I senatori della Lega hanno alzato cartelli di protesta contro la manovra. “Basta tasse”, “non è una manovra, è una rapina” e “giùle mani dalle pensioni”. Sono seguiti attimi di tensione e il presidente Renato Schifani ha sospeso la seduta.

Schifani ha tentato inutilmente di placare gli animi dei senatori leghisti che protestavano contro la manovra. I commessi sono subito intervenuti per strappare di mano ai parlamentari del Carroccio i cartelli, ma non è stata un’impresa facile. Fra i più determinati, Roberto Calderoli, che ha inscenato una sorta di balletto per evitare di farsi togliere il foglio.

Durissimo contro il premier anche Federico Bricolo, nonostante Schifani lo abbia richiamato più volte a rispettare il ruolo di capogruppo della Lega. Alla protesta è seguito un vivace scambio di battute con i senatori del Pd e del Pdl che gridavano ai leghisti di smetterla con la messa in scena.

Le immagini della protesta della Lega: