Londra, donne vendute come schiave del sesso. Protesta curda anti Isis VIDEO

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 16 ottobre 2014 14:50 | Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2014 14:52
Londra, donne vendute come schiave del sesso. Protesta curda anti Isis VIDEO

Londra, donne vendute come schiave del sesso. Protesta curda anti Isis

ROMA – Donne vendute come schiave del sesso in mezzo alla strada: come nei territori di Iraq e Siria conquistati dallo Stato Islamico, come nella Nigeria di Boko Haram, così a Londra. Ma qui per una creativa ed efficace protesta dei curdi inglesi.

Martedì 14 ottobre le vie più note della città, da Downing Street a Leicester Square, sono state occupate per alcuni minuti da uomini che trascinavano delle donne incatenate completamente coperte da burqa neri. Uno dei “carcerieri”, munito di altoparlante, chiedeva ai passanti un’offerta per le ragazze: “40, 50 dollari per Jasmine, è una pura vergine di 14 anni”.

Ogni tanto, per far capire lo scopo della rappresentazione, l’uomo col megafono gridava: “Ecco cosa succede ogni giorno in Iraq e Siria”.

Il filmato è stato postato su YouTube accompagnato da una scritta, prima e dopo il filmato: “Isis non rappresenta l’Islam”.

A Newsweek uno dei dimostranti ha spiegato:

“Volevamo dimostrare che questo può accadere a Londra, non è un mito. Volevamo cercare di svegliare i britannici e far loro capire il pericolo che l’Isis rappresenta per l’intera umanità”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other