Marascia Manu, la dj trans censurata dal Poetto: “Qui non è gradita”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 luglio 2015 16:15 | Ultimo aggiornamento: 9 luglio 2015 16:15
Marascia Manu, la dj trans censurata dal Poetto: "Qui non è gradita"

Marascia Manu

CAGLIARI – Via dal Poetto la dj trans più famosa a Cagliari: Dj Marascia Manu, uno dei miti della dance cagliaritana, censurata dalla serata perché “non gradita”. La censura è avvenuta in un noto locale del litorale. E i suoi fan nella notte parlano di una chiara e assurda discriminazione sessuale.

Marascia Manu racconta cosa è accaduto a Casteddu Online:

“Gli organizzatori mi hanno comunicato che la serata è stata annullata perchè non era gradito il mio pubblico- spiega- non ho avuto comunicazioni ufficiali dai proprietari ma neanche alcuna smentita, dopo che ho scritto su Fb un messaggio di denuncia. Ero stata contattata due settimane fa da dei ragazzi che hanno organizzato la serata nel locale del Poetto, da ieri circolavano voci sull’annullamento. Oggi a un’ora dall’inizio mi è stato comunicato che i proprietari hanno manifestato il desiderio di non avermi nel loro locale. Non ero gradita per il mio seguito diciamo…poco ortodosso, compreso il mio entourage: “Trans, caghini, drogati”…cose assurde che non sentivo da vent’anni, anche perchè sono ormai completamente sdoganata da situazioni del genere da quando non esiste più l’Harder Times, e faccio serate in tantissimi locali. Non sono minimamente preoccupata di non avere fatto questa serata, ma ho voluto fare capire alla gente che esistono ancora situazioni del genere. Non sentivo più parlare di “ambienti di merda” dagli anni Novanta “.