Marie Collins, vittima di prete pedofilo, in commissione anti abusi di Papa Francesco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 Marzo 2014 9:37 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2014 9:38
Marie Collins, vittima di prete pedofilo, in commissione anti abusi di Papa Francesco

Marie Collins, vittima di prete pedofilo, in commissione anti abusi di Papa Francesco (foto Lapresse)

CITTA’ DEL VATICANO – Marie Collins è membro della commissione anti pedofilia di Papa Francesco. Una scelta simbolica, visto che Marie Collins è una delle vittime più “celebri” degli abusi sessuali dei preti sui minori.

Intervistata da Paolo Rodari per Repubblica, Marie ha detto:

Sono onorata, ma sento anche il peso della responsabilità. E della storia: non è scontato che la Chiesa chieda a una vittima della pedofilia dei preti aiuto per migliorare la protezione dei minori. Tuttavia ritengo che questo sia un passo decisivo. Non si può cambiare se la voce di chi ha subìto abusi non è ascoltata

Marie spiega quali sono gli obiettivi della commissione:

Che si arrivi, se i casi di abuso sono accertati e la vittima consente, alla denuncia alle autorità civili. Questo passo è decisivo. Io ho sofferto non solo per gli abusi, ma anche per le coperture che alcune gerarchie nella Chiesa diedero al mio molestatore. Non ero creduta. O comunque dicevano di non credermi. Fu terribile.

Poi spiega che papa Francesco è molto sensibile al tema, così come lo era papa Ratzinger:

Anche Benedetto XVI ha fatto molto. Con Francesco questaspinta verso, finalmente, una politica della non copertura e della verità è perseguita ulteriormente e mi sembra con grande vigore. E ne sono felice