Marlon Brando: “Anna Magnani brutta e in cerca di esser dominata sessualmente”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Maggio 2014 20:19 | Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2014 20:22
Marlon Brando: "Anna Magnani brutta e in cerca di esser dominata sessualmente"

Anna Magnani (Foto Lapresse)

ROMA – Anna Magnanibrutta e sempre alla ricerca di essere dominata sessualmente”: la descriveva così Marlon Brando in una lettera all’amico e drammaturgo Tennessee Williams. Nella missiva, riferisce Gian Paolo Serino su Libero, si lamentava anche di Burt Lancaster, “un trapezista da circo”. Brando avrebbe dovuto lavorare insieme ad Anna Magnani in un nuovo film di Williams, “Orpheus Descending”, che però non venne mai girato. Il drammaturgo e Premio Pulitzer scrisse all’attore già protagonista di “Un tram chiamato Desiderio” annunciandogli che la co-protagonista sarebbe stata la Magnani. Nella lettera, scritta nel 1955, Williams domanda a Brando “E’ vero che hai paura di lei?”. Ed ecco cosa gli rispose l’attore americano.

24 Maggio, 1955 Caro Tenn: Ho letto la commedia tre volte ieri e sto andando a rileggerla di nuovo. Penso che sia la miglior commedia che hai scritto finora. Ho avuto paura per te, perché il successo canta una ninna nanna mortale per la maggior parte delle persone. Il successo è una vera e sottile puttana,che vorrebbe solo prenderti mentre dormi e strapparti il cazzo.(…) Probabilmente non ti reputi un uomo coraggioso perché nessuno lo è davvero, ma so che tu sei così. Ci sono così tante cose che voglio dirti della commedia.Vorrei per me l’ inferno che ho visto in te. Quando torni? (…) La Magnani non mi spaventa. Una persona così familiare e così soffocata dalla nostalgia non può far paura a nessuno. Penso che sia una donna di una forza inusuale che vive un momento molto difficile perché non riesce a trovare nessuno capace di sconfiggere la sua forza, nemmeno se potesse. Si erge a sottomessa in un modo che è naturale per tutte le donne, ma lei non riesce a trovare nessuno con abbastanza fuoco per il «suo bruciare ». Così come ha forza, ha anche debolezza, il che la rende penosamente incongrua perché crea il suo dominio nella sua ricerca di essere dominata. L’effetto complessivo delle sue forze non mi spaventa. La rende solo poco attraente. Quando mi riferisco al suo voler essere «bruciata » non intendo solo sessualmente, voglio dire che deve trovare qualcuno che la utilizzi completamente come donna e che l’ami anche. Lei è come un laccio diverso su una scarpa diversa. Con lei preferisco recitare se le parti sono chiare e di uguale intensità. Non ho visto ancora Rose Tattoo (la Rosa Tatuata) ma sono sicuro che Burt Lancaster, il trapezista, sia stato capace di farci ammirare l’arte di non essere ricordato subito dopo che le luci della sala di spengono. Quando reciti con lei, o devi assicurarti che le parti siano ugualmente paritarie, o che prevedono di portare in mano un masso di discrete dimensioni quando si va in scena. (…) Comunque,voglio che tu sappia che hai scritto una fottuta super commedia. (…) Sono molto ansioso di vederti. Tuo, Marlon. (traduzione di Michele Crescenzo)