photogallery

Si masturbavano in chat su Facebook e Badoo, filmati e ricattati

zPORDENONE – Si masturbavano in chat, davanti al computer, poi venivano minacciati: o paghi o pubblichiamo in rete il filmato. La polizia Postale di Pordenone ha avviato indagini dopo la presentazione di molte denunce per estorsione presentate da persone attirate da false videochat erotiche. Le vittime si collegavano a chat o social network – Badoo, Bazoocam.org, Facebook e altri – conoscevano ragazze, o almeno così si presentavano, e poi iniziavano le video-chiamate.

Durante le video-chiamate la ragazza si presentava parzialmente vestita, ma in realtà era solo un fermo immagine. L’uomo, la vittima, si spogliava e si masturbava senza sapere di essere registrato. Poi il ricatto. La questura di Pordenone invita a contattare la Polizia Postale in caso di episodi del genere.

To Top