Mercedes, Rolls-Royce e Cadillac: sequestrate le auto di Mr Megaupload

Pubblicato il 24 Gennaio 2012 13:07 | Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio 2012 13:14

AUCKLAND (NUOVA ZELANDA) – Kim Schmitz, fondatore del sito di file sharing Megaupload attualmente in carcere, continua a sostenere di essere innocente e di non avere intenzione di fuggire. Dotcom, 37 anni, si è presentato all’udienza per la cauzione al tribunale di Auckland, in Nuova Zelanda, dopo che la polizia ha fatto irruzione nella sua casa e lo ha tirato fuori dalla camera di sicurezza in cui si era barricato.

Le autorità hanno arrestato Schmitz e altri tre dirigenti di Megaupload, basandosi sulle accuse degli Stati Uniti secondo cui il sito ha facilitato milioni di download illegali di film, musica e altri contenuti, generando perdite ai detentori del copyright, stimate a 500 milioni di dollari.

I procedimenti di estradizione potrebbero necessitare di un anno o più per essere portati a termine. Alla corte distrettuale di North shore, l’avvocato di Dotcom ha detto che il suo cliente respinge ogni accusa, stando a quanto riportano i media locali. Il giudice deciderà entro mercoledì 25 se concedere la cauzione.

Intanto, la polizia neozelandese ha disposto il sequestro dei beni di Kim Schmitz. Oltre a numerose Tv LCD, le forze dell’ordine hanno anche pignorato tutte le vetture di Schmitz, vero e proprio appassionato di motori. Tra le auto, moltissime e lussosissime, ci sono Mercedes, Rolls-Royce e Cadillac.

(Foto Ap/LaPresse)