Michelle Bonev a processo per stalking a Francesca Pascale

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2015 17:45 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2015 14:26
Michelle Bonev a processo per stalking a Francesca Pascale

Michelle Bonev a processo per stalking a Francesca Pascale

ROMA – Ianeva Boneva Dragomira, in arte Michelle Bonev, andrà a processo per stalking aggravato ai danni di Francesca Pascale. L’attrice bulgara ex amica di Silvio Berlusconi che si era già vista oscurare il suo blog sul quale aveva pubblicato il verbale del suo interrogatorio col pm Eugenio Albamonte che indagava sulle accuse di diffamazione avanzate dalla Pascale, dovrà comparire dinanzi al giudice monocratico di Roma il 4 maggio 2016. Il gup ha disposto il rinvio a giudizio per l’accusa di stalking ma non per diffamazione, a causa di un vizio di forma.

I suoi guai cominciarono quando in un’intervista a Servizio Pubblico di Michele Santoro, aveva detto che la relazione tra la Pascale e Berlusconi era tutta “una messinscena”, essendo la Pascale lesbica, insieme a molti altri dettagli sulla vita privata della coppia.

Nella sua querela la Pascale  lamenta “l’incessante ed ossessiva cadenza temporale delle illecite condotte perpetrate dalla Bonev”. E parla di una vera e propria “azione persecutoria” che le avrebbe inflitto “uno stato di ansia” tale da costringerla a modificare le sue abitudini di vita.

5 x 1000

Michelle Bonev, scrittrice, attrice e produttrice cinematografica, ebbe un momento di improvviso splendore che fece scandalo, nel 2010, quando un suo film Goodbye Mama, fu presentato al Festival di Venezia, con grandi fanfare di tappeto rosso e ministri in ginocchio. Fu un flop, salvato dall’acquisto della Rai, come fu un flop la fiction in due puntate Donne in gioco, che determinò l’inizio della fine del rapporto con Berlusconi.