Lacoste, a New York la prima sfilata solo femminile

Pubblicato il 12 Settembre 2011 16:22 | Ultimo aggiornamento: 12 Settembre 2011 16:28

NEW YORK, 11 SET – E’ la prima collezione Lacoste tutta femminile, quella che sfila stavolta a New York. Cosa è successo al marchio del coccodrillo? E’ diventato più sofisticato, ricercato, ha deciso di entrare nei grandi negozi multimarca della moda.

Non gli bastano più le famose polo e neppure tutto quello che nelle stagioni passate ruotava intorno a quel tema. A capo del marchio c’è ora lo stilista portoghese Felipe Oliveira Baptista, con esperienze da Max Mara, da Cerruti nonché con Christophe Lemaire (il suo predecessore, che ormai guida il marchio del lusso Hermes).

Felipe, 35 anni, moglie e due figli, ha anche una sua griffe che ha sfilato a Parigi sia nell’alta moda sia nel prét-à-porter. Dietro al famoso marchio francese, fondato nel 1933 dal tennista René Lacoste detto ‘il coccodrillo’, oggi c’è l’azienda italiana Mario Colombo (quella della Colmar) e il progetto è di puntare molto sull’abbigliamento femminile.

E così, questa giovane donna vestita Lacoste è un po’ parigina, unisce una certa sportività americana con una allure sciccosa, più da Deauville che da spiaggia californiana.

La rivoluzione Lacoste è fatta di miniabiti e trench, di pagliaccetti-tutina un po’ habillé, di abiti a canottiera vagamente anni ’20, di polo a bolero anche sotto abitini a grembiule ma molto grafici e con uno scorcio nudo sul fianco. I colori preferiti vanno dal bianco al sabbia e al blu, con qualche tono forte dal rosso al giallo acido. Elegantissima, per la sera, la polo di seta che diventa un abito lungo abbottonato dietro.