Monza, ai autosospende l’assessore leghista Talice: è accusato di violenza sessuale

Pubblicato il 11 gennaio 2011 19:19 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2017 12:54

Luca Talice

Si è autosospeso Luca Talice, l’assessore leghista della Provincia di Monza e Brianza, che è stato accusato di violenza sessuale da due ventenni, Daniele Niccolò Giannobi e Federica Forcolin, che secondo la ricostruzione del Fatto Quotidiano sarebbero stati costretti a rapporti sessuali in più occasioni. Talice è stato poi assolto in via definitiva il 5 ottobre 2017 da tutte le accuse nei suoi confronti.

La decisione è arrivata dopo un incontro con il presidente della Provincia, Dario Allevi, che ha assunto ad interim le deleghe alla Sicurezza, alla Polizia provinciale e alla Protezione civile. ”Credo che Luca abbia preso la decisione migliore per potersi difendere più liberamente e per affrontare con maggiore serenità gli sviluppi dell’indagine che lo vede coinvolto – ha osservato Allevi -. Umanamente mi auguro che possa presto dimostrare la propria estraneità ai fatti e tornare così al suo posto in Provincia, dove fino a ieri ha svolto ottimamente il proprio lavoro”. ”Per questo – ha concluso – attendiamo che la magistratura completi le indagini in corso”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other