M’Vila nei guai per nuovo caso Zahia. Sms e foto hot sul telefono della baby escort

Pubblicato il 14 Febbraio 2013 18:35 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2015 12:49
M'Vila nei guai per nuovo caso Zahia. Sms e foto hot sul telefono di baby escort

Yann M’Vila (foto Lapresse)

PARIGI – Un nuovo scandalo a luci rosse scuote il calcio francese. Dopo il caso scoppiato nel 2010 con Zahia Dehar, la baby escort che aveva avuto rapporti sessuali con due campioni della nazionale, Frank Ribery e Karim Benzema, mentre era ancora minorenne, a finire nell’occhio del ciclone è ora un altro calciatore che ha vestito la maglia dei Blues: secondo diversi media transalpini, si tratta di Yann M’Vila, ventiduenne ora in squadra coi russi del Rubin Kazan.

Il nome del centrocampista era registrato infatti sul cellulare di una minorenne, arrestata di recente a Parigi per furto e possesso di stupefacenti, e al centro di un’inchiesta per incitamento alla prostituzione. Secondo le prime ricostruzioni, tutto sarebbe cominciato, quasi per caso, lo scorso 15 novembre: una giovane donna viene arrestata a Parigi per scippo, le trovano addosso anche due grammi di cocaina, dichiara di avere 22 anni e presenta un documento falso. Trascorre due giorni in commissariato. Solo più tardi i poliziotti scopriranno che la giovane ha, in realtà, appena 16 anni, entrando in possesso del suo cellulare. Vi trovano i numeri di diversi personaggi noti, tra cui quello del giocatore francese, con tanto di sms e foto “compromettenti”.

“Fino a quando non avrò visto quelle foto, non ci credo – è il commento dell’agente di M’Vila – Per me è impossibile. Non ha bisogno di pagare, questo è sicuro”. Ma d’altronde non avevano bisogno di pagare neppure Ribery e Benzema nel 2010. Yann M’Vila, che conta 22 presenze in Nazionale, ha già avuto diverse grane con la giustizia. E’ stato escluso dalle convocazioni dei Blues fino al giugno 2014 per una scappata notturna a Parigi, senza autorizzazione, durante il ritiro degli Under21 a Le Havre. E’ ora al centro di un nuovo scandalo sessuale come Ribery e Benzema?

Se risultasse coinvolto, il centrocampista rischierebbe grosso. Come rischiano grosso i due attaccanti del Bayern Monaco e del Real Madrid che a giugno compariranno davanti al giudice, accusati di aver offerto denaro in cambio di favori sessuali alla bionda e provocante Zahia, che all’epoca dello scandalo era minorenne. Certo è che la baby escort dei calciatori da allora ne ha fatta molta di strada, trasformandosi in un’imprenditrice di successo e stilista di intimo ultra sexy.

Ribery sostiene che all’epoca ignorava che lei fosse minorenne, da parte sua Benzema nega proprio di aver avuti rapporti con lei. I due rischiano fino a tre anni di prigione e 45 mila euro di multa. Appena alcuni giorni fa è finito nei guai anche un altro calciatore francese, sempre per una storia di sesso. Al Sun la playmate Carla Howe ha raccontato di aver avuto una notte travolgente di passione con Patrice Eva, alla vigilia dell’amichevole Francia-Germania del 6 febbraio.