Napoli, giovane che si prostituiva accoltellato da 4 ragazzi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Agosto 2015 16:49 | Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2015 16:49
Napoli, giovane che si prostituiva accoltellato da 4 ragazzi

(Foto d’archivio)

NAPOLI – Lo hanno accerchiato, insultato, picchiato e alla fine, quando lui pensava di essere riuscito a liberarsi, lo hanno accoltellato. Vittima un giovane di 21 anni di Cagliari (Napoli). 

Nella notte tra sabato e domenica il giovane si trovava al Centro direzionale di Napoli, nel quartiere di Poggioreale. Aspettava dei clienti, come fanno tanti giovani “prostituti” come lui in quella zona. Anziché i clienti, però, intorno all’una sono arrivati quattro giovani in motorino che hanno iniziato ad insultarlo, a lanciargli sassi e poi, quando il ragazzo ha provato a scappare, lo hanno picchiato e accoltellato.

La notizia è riferita da sul Mattino da Giuseppe Crimaldi, che scrive:

“Saranno i carabinieri della compagnia di Poggioreale guidati dal capitano Luca Golino ora ad approfondire i contorni di questa brutta vicenda. Cominciamo dall’epilogo: la vittima si trova ora ricoverata in prognosi riservata in ospedale, al Loreto Mare, per le conseguenze delle coltellate ricevute. Non è in pericolo di vita. È stato lo stesso 21enne a ricostruire i fatti ai carabinieri, ammettendo di trovarsi nei dintorni di piazza Falcone e Borsellino nell’attesa di clienti.

Gli investigatori stanno visionando le immagini di alcuni impianti di videosorveglianza stradale e di alcuni palazzi: in quei fotogrammi potrebbero essere stati ripresi i violenti, e questo consentirebbe di identificarli. Ma che cosa può avere scatenato tanta rabbia? (…) Non si può escludere la pista omofoba, ma i carabinieri stanno svolgendo anche altre verifiche e approfondimenti. Come detto, l’area circostante la zona teatro del raid di sera è popolata da ogni genere di soggetti. (…) In un recente passato proprio in quella stessa zona erano stati segnalate vere e proprie spedizioni punitive (una anche a colpi di catena) contro chi si prostituisce”.