Napoli: morta Valentina Ok, prima cantante trans neomelodica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 settembre 2014 18:17 | Ultimo aggiornamento: 3 settembre 2014 18:17
Napoli: morta Valentina Ok, prima cantante trans neomelodica

Napoli: morta Valentina Ok, prima cantante trans neomelodica

NAPOLI – E’ morta Valentina Ok, la cantante trans che si era imposta nel panorama neomelodico napoletano negli anni ’90 salvo poi eclissarsi ultimamente per una malattia che l’aveva molto provata fisicamente. Valentina, al secolo Ciro Adorato, aveva rotto un tabù nel mondo della canzone neomelodica, imponendosi come star trans in un mondo a tratti omofobo. Ecco qualche cenno dalla carriera di Valentina Ok da Dagospia:

Valentina, che ha rappresentato per la comunità transessuale meridionale, i simbolo del riscatto sociale per chi spesso nelle sue condizioni ha come unica via d’uscita la prostituzione, ha iniziato la sua carriera con Eugenio Bennato che nel 1995 la chiamò con sé a teatro per “Gli angeli del sud”, mentre con Leopoldo Mastelloni ha duettato in “Con il nastro rosa” di Battisti.

John Turturro l’aveva ingaggiata per un cameo in “Passione”: tra i suoi ricordi più cari c’era proprio il red carpet nel 2010 alla Mostra di Venezia, per l’occasione aveva rinunciato ai capelli biondi tinti di nero e indossato un abito rosso fuoco. Famosa la sua canzone « Ok se tu mi vuoi » o anche « Da donna a trans ». Ormai hit di cult per i gay di mezza Italia.