Napoli, prostituta di 23 anni uccisa a Fuorigrotta. Fermati tre coetanei

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Maggio 2015 18:47 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2015 12:10
Napoli, prostituta di 23 anni uccisa a Fuorigrotta. Fermati tre coetanei

(Foto d’archivio)

NAPOLI – Una giovane prostituta di 23 anni, Antonia Osaf, è stata uccisa a coltellate la scorsa notte a Napoli vicino ad un distributore di carburante che si trova nel quartiere Fuorigrotta.

Sul cadavere della donna, di colore, sono state trovate gravi ferite di coltello. La prostituta è stata riconosciuta da altre “lucciole” che frequentano la zona.

Tre ragazzi di 19 anni, tutti incensurati, sono stati fermati e interrogati dalla polizia. Si tratta di Raffaele Velluso, Gennaro Bitonto e Antonio Di Perna, napoletani, per i quali è stata formulata l’accusa di concorso in omicidio e rapina aggravata.    

Le forze dell’ordine hanno sequestrato l’auto usata dai tre  per recarsi sul luogo del delitto e il coltello con il quale la giovane prostituta nigeriana è stata uccisa.

Sembra, secondo quanto scrive il Mattino, che la giovane sia stata uccisa per aver tentato di difendere un’altra giovane prostituta da un tentativo di rapina.