Paolo Bovi, ex Modà condannato per molestie minori. Ora è in cura da Don Mazzi

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 luglio 2015 20:15 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2015 20:15
Paolo Bovi, ex Modà condannato per molestie minori. Ora è in cura da Don Mazzi

Paolo Bovi

MILANO – Avrebbe molestato sessualmente 4 ragazzini tra i 13 e i 16 anni quando era educatore in un oratorio. Per questo Paolo Bovi, ex fonico dei Modà, è stato condannato a 5 anni e mezzo di reclusione. I fatti risalgono al 2001, Bovi si trova attualmente agli arresti domiciliari in una comunità della Fondazione Exodus di don Antonio Mazzi a Milano.

Nelle motivazioni dei giudici della Corte d’Appello di Milano che lo scorso primo luglio gli hanno confermato la condanna inflitta in primo grado, si legge che Bovi sta seguendo da tempo un “percorso terapeutico”. Don Mazzi, a gennaio scorso, aveva scritto una lettera all’ex musicista, spiegando che la sua Fondazione sarebbe stata pronta ad accoglierlo per un percorso di rieducazione.

A giugno scorso le porte di Exodus si erano aperte anche per l’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona, scarcerato e affidato alla comunità di Lonate Pozzolo (Varese).