--

Papa Francesco chiede scusa. Per i preti pedofili

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Ottobre 2015 11:31 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2015 11:43
Papa Francesco chiede scusa. Per i preti pedofili?

Papa Francesco chiede scusa. Per i preti pedofili? (foto di repertorio Ansa)

CITTA’ DEL VATICANO – Papa Francesco chiede scusa per i peccati che hanno colpito la Chiesa: soprattutto per la pedofiliaverrebbe da pensare, visto che ha parlato dei bambini.”Gesù è realista ed è inevitabile che vengano scandali, ma guai all’uomo a causa del quale avviene lo scandalo, io vorrei prima di iniziare la catechesi, in nome della Chiesa chiedervi perdono per gli scandali che in questi ultimi tempi sono caduti sia a Roma che in Vaticano, vi chiedo perdono”.

Papa Francesco ha formulato la sua richiesta di perdono per gli scandali subito prima di cominciare la catechesi della udienza generale, dedicata ai bambini. Non ha aggiunto altro oltre alle parole a braccio, né ha fatto esempi su a quali scandali si riferisse. Ma si possono immaginare, leggendo le cronache degli ultimi mesi.

“Quanto siamo leali con le promesse che facciamo ai bambino facendoli venire al mondo? – ha chiesto il Papa nella udienza generale – Li facciamo venire al mondo, questa è una promessa, e cosa diamo loro?”. “Guai – ha detto in un ulteriore passaggio – a quelli che tradiscono la fiducia e le attese dei bambini verso gli adulti”, “quando una promessa è spezzata, ne viene lo ‘scandalo’ che Gesù condanna”.

“Vorrei aggiungere una cosa con molto rispetto per tutti, ma anche con molta franchezza: la spontanea fiducia in Dio che hanno i bambini – ha detto il Papa – non dovrebbe mai essere ferita, soprattutto quando questo avviene a motivo di una certa presunzione più o meno inconscia, di sostituirci a lui. Il tenero e misterioso rapporto di Dio con l’anima dei bambini – ha proseguito papa Francesco – non dovrebbe mai essere violato, è un rapporto che Dio vuole e custodisce, il bambino è pronto dalla nascita ad essere amato da Dio, appena è pronto ad essere amato per se stesso, il bambino sente che Dio lo ama”. C’è un “miracolo” e c’è una “promessa” dei genitori verso i bambini: “noi papà e mamma – ha spiegato il Pontefice – ci doniamo a te per donare te a te stesso, e questo è amore che porta una scintilla di quello di Dio, ma voi papà e mamme, – ha aggiunto – voi avete questa scintilla di Dio che date ai bambini, siete strumento dell’amore di Dio e questo è bello, bello, bello”.

“Solo se guardiamo i bambini con gli occhi di Gesù possiamo capire come difendendo la famiglia proteggiamo l’umanità”. Lo ha detto il Papa nella udienza generale, dedicata alle promesse degli adulti ai bambini. A più riprese nei saluti ai diversi gruppi linguistici, inoltre, il Papa ha chiesto di pregare per il sinodo sulla famiglia in corso in Vaticano, perché si prendano “le decisioni che meglio convengono alla famiglia”.