Pro Patria-Milan, a Boateng buu razzisti e leghisti: denunciato assessore comune

Pubblicato il 7 Gennaio 2013 11:37 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2015 13:25

Riccardo Grittini (foto del profilo Facebook)

BUSTO ARSTIZIO – Anche Riccardo Grittini, assessore leghista del Comune di Corbetta, è tra i denunciati per i cori razzisti contro il calciatore Kevin Prince Boateng durante l’amichevole Pro Patria-Milan del 3 gennaio. Grittini, insieme ad altri cinque tifosi scrive Il Corriere della Sera, è stato identificato dalla Digos e dalla Questura di Varese grazie ai filmati delle telecamere che hanno ripreso l’amichevole di Busto Arsizio.

Grittini, 21 anni, è assessore allo Sport e alle politiche giovanili del Comune di Corbetta. Il sindaco del suo Paese, Antonio Balzarotti, dice di lui: “E’ un bravo ragazzo, una persona perbene. L’ho sentito domenica mattina per capire che cosa fosse successo. Era affranto, distrutto. Mi ha chiesto di risentirci dopo, per avere tempo per riflettere. Mi ha parlato di una goliardata, di un episodio simile a quelli che accadono tutte le domeniche negli stadi. Probabilmente il fatto che una squadra prestigiosa come il Milan si sia ritirata dal campo ha esacerbato gli animi”.