Rachele, duemila euro per il sesso e la promessa (infranta) di un posto al ‘Grande Fratello’. Un caso escort anche per Fini?

Pubblicato il 30 Dicembre 2010 20:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2015 14:29

Lei ha 30 anni, fa la escort, adesca i clienti su internet e sogna di fare il Grande Fratello. E’ questo l’identikit di Rachele (guarda le foto), la escort che, a detto del Giornale e di Libero, avrebbe avuto dei rapporti sessuali con il presidente della Camera Gianfranco Fini. Della serie: chi di escort ferisce, di escort perisce. La storia esce lunedì 27 quando il direttore del Giornale Maurizio Belpietro parla di rapporti di Fini con una prostituta. Si parla, soprattutto di un video girato dalla stessa Rachele, in cui la ragazza racconterebbe di incontri avuti con il leader di Futuro e Libertà.

Come racconta ‘Il Fatto Quotidiano’ si tratterebbe di tre incontri sessuali avvenuti a novembre del 2009, lo scorso maggio e lo scorso settembre. Tutti i tre a Reggio Emilia, terra d’origine della bella Rachele, nonché di quella Nadia Macrì che ha raccontato di sesso a pagamento con Silvio Berlusconi e che ha fatto scoppiare lo scandalo del “bunga bunga”. L’alcova di Rachele, come scrive il ‘Fatto’, sarebbe nella zona del Tribunale. La ragazza, del video registrato una quindicina di giorni fa, racconterebbe anche del prezzo del suo “servizio”: 500 euro tanto per iniziare, e poi un pagamento complessivo di 2mila euro più un “extra” per comprare il silenzio della escort.

Silenzio non durato tanto a lungo se questa storia è vera e se è vero che Rachele ha girato questo video-verità, finora visto solo da ‘Libero’ e ‘Giornale’. Ma perché Rachele avrebbe rotto il patto? Sempre secondo quanto racconta il ‘Fatto’, la decisione di raccontare la sua storia a favore di camera, Rachele l’avrebbe presa quando Fini ha iniziato a non farsi sentire più e soprattutto non le avrebbe fatto ottenere quanto promesso: una partecipazione al ‘Grande Fratello’.

L’unica cosa certa in tutta questa storia, c’è da dire, è la querela annunciata da Gianfranco Fini ai danni di ‘Libero’ e del ‘Giornale‘. Per il resto si aspetta che Rachele, come già la D’Addario, Nadia Macrì e Ruby, decida di parlare.