Rick Santorum: “Sei trans? Dobbiamo amarti così”. Poi però “si pente”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Maggio 2015 15:12 | Ultimo aggiornamento: 5 Maggio 2015 15:12
Rick Santorum: "Sei trans? Dobbiamo amarti così". Poi però "si pente"

Rick Santorum: “Sei trans? Dobbiamo amarti così”. Poi però “si pente”

ROMA – “Se dice che è una donna allora è una donna. Noi dobbiamo amarlo e accettarlo”. Rick Santorum in tv spiazza tutti e parla così del coming out del transessuale Bruce Janner. Parole spiazzanti anche se arrivano da un paese aperto come gli Stati Uniti. Spiazzanti non per il contenuto ma per il soggetto che le ha pronunciate. Santorum, tra gli aspiranti candidati alla presidenza nel 2016, è infatti un ultraconservatore religioso di destra. Il paradigma dell’uomo che nessuno immaginerebbe mai dire una cosa del genere. E che infatti poco dopo su Facebook ha immediatamente ritrattato spiegando che stava solo esprimendo “empatia” per un “figlio di Dio” ma che le sue idee non cambiano.

Le sue sono parole che avevano spiazzato un po’ tutti. Perchè Santorum, che già aveva tentato la corsa nel 2012, si è sempre distinto in questi anni per frasi contro i gay, condite dai classici stereotipi più retrivi sull’omosessualità come malatta. Ed è anche l’uomo che ha detto, tra le altre cose, che la “pornografia danneggia il cervello”. Sempre lui, dopo la morte di Whitney Houston, con un paese in lutto, non ha esitato a definirla “un pessimo esempio”. 

Ora parole completamente diverse. Difficile immaginare un ripensamento. Molto più probabile è invece che Santorum punti a correre un po’ più a lungo e provi quindi a prendersi le simpatie di qualche repubblicano moderato. Da qui a riuscirci ce ne corre. Intanto registriamo le inattese parole di “accettazione e amore” per un transessuale. Puntualmente rettificate. Guai a fare pubblico atto di compassione.