San Valentino: maschi non lo fate. Lo dicono le donne: la lingerie…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Febbraio 2014 16:49 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2015 17:08

san-valentinoROMA – Non portarla sempre nel solito ristorante, se non sei capace a cucinare evita cenette “romantiche” a casa, e poi non stare sempre lì a tavola a guardare il cellulare. Non fare il romantico se di solito non lo sei, risparmia alla tua donna imbarazzante biancheria sexy o peggio ancora sex toys.

San Valentino arriva ed ecco un decalogo ad uso del maschio medio su ciò che è meglio non fare. E siccome le differenze geografiche contano, i decaloghi sono due: uno per i milanesi, uno per i romani, entrambi scritti da donne. Li ha raccolti il Corriere della Sera usando a sua volta i contributi di due blog locali molto seguiti, Il Milanese Imbruttito e I Poeti del Trullo. Ecco i consigli da una romana per i romani:

1. Nun fa’ er coatto (soprattutto se non lo sei). È la festa degli innamorati, ma gli innamorati non siete tu e il tuo ego. Non devi dimostrare quanto sei bravo, quanto sei creativo, quanto sei romantico. Non è il tuo show. Non è il momento degli effetti speciali.

2. Non ti allargare. Non trasformarti nell’uomo perfetto solo per un giorno. Se dimostri di poterlo essere, anche se per un giorno, vuol dire che potresti esserlo tutto l’anno; ma evidentemente non ti va. Te lo rinfaccerò quando meno te l’aspetti.

3. Parla come magni. Non è che siccome è San Valentino inizi a snocciolarmi frasi retoriche piene d’amore e di dolcezza. Invece di dirmi ti amo, bello mio, sii ironico, sfrontato, carino: toccami il sedere. Ti dirò Ma che fai? e tu intanto ti sei portato avanti. Con tenerezza.

4. Ti prego non fare regali shock. Devo vedere che ti se sforzato di testa. Non di portafoglio. Quante cose hai detto che avresti fatto e continui a rimandare? Fanne una e amo svortato.

5. Se non m’hai preso niente non fare il deficiente. Non dire Amò, il regalo ariva eh!. Evita di aggiungere alla lista un’altra cosa che poi ti dimenticherai di fare.

6. Non portarmi a mangiare food design se mi piace l’amatriciana. Scegli una buona trattoria, un ambiente caldo e familiare, dove possiamo sentirci a casa. Se mi piace il food design? Beh, auguri!

7. Vietato guardare le altre. Soprattutto se sono più alte, maggiorate… insomma: lei non esiste. A meno che non ti piaccia un bel bicchiere di vino sulla camicia. O uno schiaffo.

8. Non sei Rocco Siffredi anche se mi vedi come Cicciolina. Dopo la cena non mi devi regalare una notte di sesso indimenticabile. Cioè, ma non a San Valentino, che poi se ti inceppi vai in crisi e devo passare il resto della notte a farti da analista se no ti vengono i complessi. Se volevo un attore porno, nun me pijavo uno come te.

9. Però. Non ti rilassare troppo sul punto precedente. Il fatto che tu non sia Rocco non significa che potrai permetterti il lusso di addormentarti appena tocchi il letto. Quindi: bevi con moderazione. Per la strada e non solo.

10. Ti prego, non comprare sex toys. Lo so, hai letto che vanno molto, hai sentito una mia amica che ne parlava. Ma lei è single! Se lo fai, ti meriti slip rossi a Capodanno per il resto della tua vita. O è quello che vuoi?.

E per i milanesi:

1_Non paccarla mai all’ultimo – Lo sappiamo, le seratine con gli amici sono una sempre in pole, hai un modello di fattura tatuata nel cervello, gli sbattimenti/impegni sono tantissimi… è difficile dire di no, ma non paccarla a San Valentino (per lei è importante).

2_ Se non sai cucinare lascia perdere la cena a casa! Con i tutorial in internet rischi di preparare una mezza merda e di certo non ti salverai con le candele o il prosecco dell’enoteca! La cena è fondamentale per il post, non dimenticarlo!

3_ Valla a prendere tu e soprattutto in macchina! Niente scuse inutili: ”Cavolo, proprio stasera sono senza macchina…”. Non ci pensare minimamente a presentarti in bici, a piedi o uscirtene con frasi del tipo: ”Dai, parcheggiamo la macchina qui e prendiamo la metro! Lì è sempre un casino parcheggiare…” Inutile aggiungere spiegazioni. Ah, e mi raccomando: Parcheggiare davanti all’ingresso del ristorante è ca-te-go-ri-co!

4_ Se hai scelto giustamente l’opzione ristorante, non ti lamentare subito del servizio – Ok, lo sappiamo, sono già tre minuti che sei seduto e il cameriere non ti ha ancora servito, il tavolo non è delle dimensioni che ti aspettavi e hai una tavolata di giargiana che hanno un tono di voce più alto del dovuto… però è san Valentino, dai, rilassati!

5_ Non portarla sempre nel solito posto ma non azzardare nemmeno ristoranti del tutto sconosciuti. Cerca un locale carino (occhio su Tripadvisor alle recensioni dei non milanesi!). Mi raccomando, non farle capire che stai brancolando nel buio, è importante muoversi con disinvoltura! Se te la senti, saluta il proprietario come se lo conoscessi da una vita. Potrebbe aiutarti!

6_Appena entri al ristorante non cercare sguardi di approvazione/carissimi amici in sala da salutare. Ok, metti caso di trovare più persone che conosci proprio nel ristorante dove hai prenotato. Lo sappiamo che è più forte di te, che è normale che tu conosca tutti…ma fai già PR gli altri 364 giorni dell’anno, per una sera dedicati solo alla tua donna.

7_Non leggere le mail a tavola, non rispondere agli amici su whatsapp o, peggio ancora, parlare di business quando lei, davanti a una candela, sta per dirti “ti amo”. Se proprio non riesci a non leggerle per una sera… per lo meno vai a farlo in bagno.

8_ Evita di parlare del fatto che San Valentino è un concetto mainstream e superato, una festa del tutto commerciale, inventata da una nota marca di cioccolatini per vendere più del solito e che a Milano, festeggiare San Valentino è una giargianata etc. etc. Anche se sai di aver ragione, tieni la bocca chiusa!

9_ Non presentarti a mani vuote! È vero che a volte basta il pensiero ma niente banalità. Zero rose, niente cioccolatini o peluche (macelafai?!) Ricordati che sei a Milano, e la tua donna probabilmente, le ha già viste tutte!

10_ Non mangiare troppo. Piuttosto beviti due bicchieri in più! Non commettere il madornale errore di ordinare antipasto, primo, secondo e dolce. Questo è un consiglio fondamentale se vuoi esser produttivo nel dopocena!

Per il resto divertiti, non parlare troppo dei tuoi viaggi, niente whatsapp o facebook a tavola, niente calcio, ordina una boccia di Champagnino e soprattutto non ti dimenticare che San Valentino è tra pochi giorni!