Sarno, bimba di 3 anni seviziata e uccisa. Padre accusa i vicini di casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 31 luglio 2015 10:24 | Ultimo aggiornamento: 31 luglio 2015 10:24
Sarno, bimba di 3 anni seviziata e uccisa. Padre accusa i vicini di casa

Sarno, bimba di 3 anni seviziata e uccisa. Padre accusa i vicini di casa

SALERNO – Una bimba di 3 anni è morta all’ospedale di Sarno dopo essere arrivata al pronto soccorso con lividi e gravi lacerazioni alle parti intime. Brutalmente seviziata da qualcuno nella sua casa il 30 luglio, fino a quando il papà non l’ha portata in ospedale alle 22 di sera. L’uomo di origini romene è stato fermato e interrogato, proprio lui ha puntato il dito contro i vicini di casa, anche loro interrogati dai carabinieri.

Rossella Liguori sul Messaggero scrive che la bimba è arrivata all’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno già morta, forse per emorragia interna:

“Nuda, con addosso solo un paio di mutandine, dal collo fino alle gambe piena di lividi e segni di violenze. I medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso, avvenuto probabilmente per un’emorragia interna, e hanno subito allertato i carabinieri.

Ascoltato per ore il papà e alcuni amici dell’uomo. La piccola viveva a San Marzano sul Sarno col papà, divorziato perché la moglie, e mamma della bimba, li ha lasciati da tempo per andare a vivere in Romania. È stato l’uomo ieri sera, messo sotto torchio dai militari, ad indicare i vicini quali sospettati della violenza sulla piccola. Ogni mattina, infatti, l’uomo lasciava ai propri vicini di casa la piccola Lidia per poter andare al lavoro. Dopo le dichiarazioni del padre, i carabinieri in nottata hanno prelevato anche i vicini portandoli nella caserma di via Sodano”.