Scozia, a 17 anni violenta una novantenne. Poi si costituisce: “Sono feccia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Maggio 2015 20:21 | Ultimo aggiornamento: 13 Maggio 2015 20:21
Scozia, a 17 anni violenta una novantenne. Poi si costituisce: "Sono feccia"

Kriss Strachan

EDIMBRUGO – A 17 anni ha stuprato un’anziana di 90 anni. Poi si è costituito e alla polizia ha detto: “Scusatemi, sono feccia”. E’ successo in Scozia, a Bellshill, lo scorso luglio, riferisce il Mirror, ma solo oggi il ragazzo, Kriss Strachan, è stato condannato. Dovrà scontare 19 anni, dodici in carcere e sette libero ma sotto il controllo dell’autorità di sorveglianza.

Quella sera Strachan era fuori con alcuni amici: avevano passato la serata a bere al pub. Poi lui è tornato a casa e lungo la strada ha fatto irruzione nella casa di una pensionata e l’ha aggredita a calci e pugni. Poi ha cercato di stuprarla. Per immobilizzarla l’ha colpita più volte, ferendola gravemente.

Dopo averla stuprata è stato lui stesso ad andare al commissariato e a denunciarsi. Agli agenti ha detto: “Non posso credere di essere stato io. Sono feccia”. La donna, che all’epoca era una novantenne molto attiva e indipendente, da allora è rimasta scioccata e va ripetendo che preferirebbe essere morta quel giorno.