Sesso, studio austriaco: “Problemi per lui? Il testosterone non serve, è colpa dell’obesità”

Pubblicato il 2 Novembre 2010 17:29 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2015 15:17

La terapia a base di testosterone per risolvere disfunzioni sessuali è spesso inutile. Lo sostiene uno studio di Michael Marberger, dell’Università di Vienna, pubblicato sul British Journal of Urology International, secondo il quale molte piccole grandi ‘difficolta” a letto per gli uomini dipendono dall’obesita’ piuttosto che dai livelli di ormone maschile.

”Dare testosterone per questi problemi è come fare il pieno di benzina a una macchina per farla andare più veloce”,  spiega l’esperto, il cui studio è stato sponsorizzato dalla Glaxo, che, tra gli altri,  produce farmaci anti-diabete e per perdere peso. “L’obesità – secondo Marberger – è una causa di disfunzioni sessuali maschili molto più che i livelli di testosterone”.

“Oggi sempre più  spesso agli uomini che lamentano problemi sessuali viene prescritto testosterone. Per capire se serve veramente, gli esperti hanno incontrato oltre 8.000 uomini di mezza età  e anche più in là con gli anni, ai quali è stato misurato il livello di testosterone nel sangue, e poi altri parametri (come peso, sintomi dell’apparato urinario, diabete) ed è stato chiesto loro se avessero problemi sessuali. E’ così emerso che un uomo su cinque ha livelli di testosterone sotto i 300 nanogrammi per decilitro di sangue, che da alcune case farmaceutiche (che producono testosterone) è considerato basso. Inoltre almeno 2 su 5 lamentano almeno un piccolo problema sessuale. Ma gli esperti hanno trovato una scarsa correlazione tra livelli di ormone maschile e difficoltà sessuali. ”A meno che i livelli di testosterone non siano veramente bassi – conclude Marberger – l’ormone ha poco a che vedere con questi problemi maschili”.