Sex toy incastrato, non va in ospedale: “Paura del carcere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Settembre 2015 11:19 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2015 11:19
Sex toy incastrato, non va in ospedale: "Paura del carcere"

Sex toy incastrato, non va in ospedale: “Paura del carcere”

MOSCA – Entra nella doccia e scivola proprio su un sex toy. L’oggetto rimane incastrato e l’uomo, 37 anni, ha solo una possibilità: rivolgersi ai medici. Un incidente che accade in Russia, dove è stata approvata una legge anti-gay, che ha portato l’uomo ad aver paura di rivolgersi all’ospedale. “Temevo il carcere”, ha raccontato al The Sun.

L’uomo dopo essere caduto nella doccia è rimasto per 24 ore nell’indecisione se andare in ospedale, e rischiare una indagine per “propaganda gay”, o soffrire in silenzio nella sua casa di San Pietroburgo. Alla fine è andato in ospedale, dove il sex toy è stato rimosso e i medici hanno avvisato le autorità, ma non essendoci altre persone coinvolte tutto si è risolto con una veloce archiviazione.