Sexting, anche i nonni lo fanno: 1 su 4 si scambia foto e messaggi hot

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Gennaio 2015 18:00 | Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2015 18:00
Sexting, anche i nonni lo fanno: 1 su 4 si scambia foto e messaggi hot

Sexting, anche i nonni lo fanno: 1 su 4 si scambia foto e messaggi hot

NEW YORK – Chi l’ha detto che il sexting è roba da ragazzi? Stando alle ultime ricerche anche tra i nonni è molto in voga scambiarsi messaggini provocanti sui social network con tanto di foto compromettenti allegate. Almeno in Usa, stando ai dati più recenti: il 50% degli americani adulti spedisce o riceve video sexy, testi espliciti, foto nude.

Già nel 2007, quando non esisteva Whatsapp e la parola sexting non era ancora stata inventata, il New England Journal of Health, ci informava che il 73% delle persone tra i 57 e i 64 anni dichiarava di aver fatto sesso almeno una volta nell’ultimo anno. La percentuale restava alta anche tra i 64 e i 75 (53%). Con loro c’era pure un discreto 26% di ultra settantenni (dai 75 agli 85 anni). E non solo: il 60% degli intervistati sotto i 75 anni dichiarava di fare anche sesso orale. Così come un terzo degli ultra ottantenni. Mentre un quarto dei quasi novantenni faceva sesso regolarmente, almeno una volta al mese. E senza protezione.

Nulla di vergognoso, per carità: solo la “scandalosa” realtà. E oggi che il sesso si è fatto “social”, la tendenza è in aumento. Secondo un recente studio targato Future Company, società specializzata in ricerche di mercato, il 97% degli adulti tra i 50 e i 75 anni va online ogni giorno. E tra questi, quattro su cinque hanno un profilo Facebook e Twitter. Un quarto confessa di traccheggiare con foto e messaggi osé.