Sogni di lavorare nel porno? La tua occasione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Settembre 2015 10:48 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2015 10:48
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

PISA – Venerdì 9 ottobre il collettivo di registe e sceneggiatrici “Le ragazze del porno” ha organizzato vari provini per selezionare i personaggi di “Gang Banging”, cortometraggio a luci rosse ideato e scritto dalla regista Slavina. L’appuntamento, dal titolo “Le ragazze ti cercano-casting live show”, è inserito nel cartellone dell’iOFF – Internet Off Festival -, la quattro giorni di eventi che si svolgerà parallelamente all’Internet Festival dall’8 all’11 ottobre. Nella naturale scenografia della struttura tardo-settecentesca di piazza Carrara, agli aspiranti attori, dopo brevi interviste, sarà chiesto di interpretare il personaggio che hanno scelto, con esibizioni senza limiti (non ci saranno “scene” di sesso esplicito).

Come spiega Danilo Renzullo sul Tirreno:  I partecipanti (uomini e donne) potranno esibirsi sul palco con nudi integrali o parziali. Il casting, diretto dalla regista, avverrà sotto gli occhi del pubblico che parteciperà all’evento «e verrà ripreso in diretta e ritrasmesso su grande schermo grazie ad una regia live sperimentale che permetterà di apprezzare i più piccoli dettagli espressivi di ogni performance», spiegano gli organizzatori sul web. «Il casting – proseguono – è concepito come forma di meta-spettacolo: parteciparvi è già un contributo al nostro progetto di ricerca empirica sul “fattore porno” in Italia». Il cortometraggio fa parte di “My Sex”, film composto da dieci corti che il gruppo di registe (Tiziana Loporto, Anna Negri, Regina Orioli, Titta, Industria Indipendente, Lilith Primavera, Lidia Ravviso, Federica Sozzi, Emanuela Rossi, Slavina, Monica Stambrini e Roberta Torre) ha iniziato a girare nel 2014. «Gang Banging è un cortometraggio che gioca col rovesciamento della dinamica della gang bang, sottogenere del porno in cui una sola donna ha rapporti sessuali consecutivi con un numero variabile (spesso volutamente eccessivo) di partner maschili – aggiungono i promotori –. In “Gang Banging” sarà un solo uomo ad essere oggetto delle attenzioni sessuali di un gruppo di donne che lo incontreranno nello spogliatoio di una palestra». Provocatorio, certo. Ma anche una produzione cinematografica che usa il corpo per diffondere in Italia quello che in molti altri Paesi del mondo è da tempo realtà: la pornografia vista con gli occhi delle donne. Vari i profili richiesti.

Per partecipare al provino è necessario scrivere a ziaslavina@gmail.com, raccontando brevemente esperienze e motivazioni e segnalando il personaggio che si aspira ad interpretare.